L’Abruzzo presenta moltissime chicche culinarie da non perdere assolutamente. Viaggiare per la regione significa partire alla volta di un’esperienza culinaria decisamente immersiva, ricca di piatti gustosi adatti anche ai palati più complessi. Dalla carne alle verdure, dal pesce ai salumi e, poi, i formaggi, i dolci, i vini e i liquori. Sono moltissime le pietanze caratteristiche della regione, da quelle più blasonate alle gemme nascoste. In questa guida, andremo a scoprire cosa mangiare in Abruzzo.

Arrosticini

Impossibile non iniziare la nostra avventura culinaria abruzzese senza gli arrosticini. Un piatto iconico della cucina di regione. Spiedini di carne ovina, folkloristicamente chiamate rustelle, le cui origini, affondano le radici nella vocazione pastorale abruzzese.

Ferratelle

Che se ne dica, le ferratelle sono dolci gustosissimi, nonché un vero cult della cucina abruzzese. Ormai, in ogni casa abruzzese troviamo un utensile apposito dedicato alla creazione di questi dolci a forma di cialda che, tra chi le prepara secche e chi le fa morbide, è diventato il dolce abruzzese per eccellenza. Da inzuppare nel latte o farcire con marmellata o crema alle nocciola, le ferratelle sono sempre squisite.

Pallotte Cace e Ove

Altro piatto tipico della tradizione rurale abruzzese gastronomica, le pallotte cace e ove. Parliamo di polpette senza carne, un vero piatto povero a base di cacio e uova realizzato mescolando formaggio grattugiato, uova e pane raffermo. La scelta del formaggio varia dal rigatino al grana.

Scrippelle ‘Mbusse

Piatto tipico del teramano, le scrippelle ‘mbusse sono crespelle sottilissime preparate solo con uova, acqua e farina che, dopo essere state cosparse di pecorino o parmigiano grattugiato, vengono arrotolate e poi immerse nel brodo caldo.

Ravioli dolci di ricotta

Primo piatto dal gusto decisamente singolare. Questi ravioli sono, ancora una volta, tipici del teramano. Si tratta di una pasta ripiena con ricotta addolcita dall’aggiunta di zucchero. Insomma, si tratta di una vera delizia folkloristica che non manca nelle cucine delle mamme e nonne abruzzesi, come nei menù dei ristoranti più in voga della regione.

Author