Quando si visita l’Abruzzo, non si può non pensare di fare una capatina alle grotte di stiffe, un luogo dalla bellezza disarmante che, però, agli occhi dei meno organizzati può passare inosservato. In questa guida, vi presentiamo tutto ciò che c’è da sapere sulle grotte di Stiffe, in modo tale da fornire una serie di importanti informazioni pratiche e consigli utili per mettere su una vacanza indimenticabile.

Grotte di Stiffe: dove si trovano?

Nel territorio di San Demetrio ne’ Vestini, nei pressi de L’Aquila, sorgono le grotte di stiffe. Si tratta di una delle maggiori attrazioni all’interno del parco regionale naturale Sirente-Velino. Ideale per gli amanti della natura o per chi adoro visitare luoghi insoliti, il sito si presta bene a chi cerca di organizzare una gita fuori porta nell’abruzzese, vista anche la semplicità del percorso che permette di percorrerlo anche ai più piccoli. Grandi e piccini rimangono stupiti innanzi alla bellezza naturale del luogo che offre un’escursione interessante, sicura e intrisa di meravigliosa magia. Basti pensare che, all’interno delle grotte di stiffe, ci siano addirittura delle cascate sotterranee.

Come visitare il sito

Complesso di grotte carsiche molto ampio ed articolato, le grotte di stiffe sono un sito aperto al pubblico, visitabile per mezzo di una serie di passerelle e di percorsi scavati ad hoc per facilitarne la visita. La visita delle grotte di stiffe dura circa un’ora e non è possibile eseguirla in autonomia; i gruppi dovranno essere sempre affidati ad una guida speleologica. Le grotte di stiffe sono aperte tutto l’anno, ma per prendere parte alle escursioni occorre assicurarsi delle condizioni meteorologiche correnti per motivi di sicurezza. Il prezzo di un biglietto intero ammonta a 10 euro, mentre i ridotti vanno dai 7,50 a 8,50 euro a seconda se sia parte di gruppi o singoli. I bambini con meno di sei anni non pagano l’ingresso.

Author